Una mattina in radio

Accadeva qualche mese fa, nel mezzo di un autunno dalle giornate divise tra i deboli resti dei tepori estivi e l’arrivo dei primi freddi che preannunciano l’inverno.

Erano i giorni intorno alla data del mio compleanno e l’invito ad una mattinata in radio a parlare delle cose che mi appassionano, dei miei quadri, delle mie poesie e dei miei progetti per aiutare le persone “ingolfate” da emozioni per le quali non sanno trovare una via di uscita, suonava come un bel regalo da fare a me stessa e a quel misto di pensieri, parole e colori che costruiscono la mia essenza di persona.

Vestito il mio sorriso migliore sono andata a scoprire il mondo di cuffie, musica, speaker, bottoni luminosi, tempi pubblicitari.

Ed è stato curioso, affascinante, divertente. Insomma, un paio di ore proprio ‘ganze’, come si dice dalle mie parti quando si raccolgono nella scatola dei giorni esperienze da ricordare col sorriso.

La rubrica era StoryTime di Radio Italia 5, il progetto di cui facevo cenno sopra e che sta iniziando a prendere forma, invece, lo trovate qui:

.

Buon ascolto e buona visione!

Intervista
Promo
Intervista completa con quadri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.