“L’attesa di Caronte”, Chine colorate e acrilici su tela, 2021

“L’attesa di Caronte”


“Caronte aspetta, tra le mani il viso,

le anime per cui è stato deciso

che il filo del tempo venga reciso.

*

Caronte aspetta, di lui ‘dimonio’ è stato scritto

da un poeta antico, in rima, e fitto.

Sulla sua barca si erge dritto

a trasportare il mondo derelitto.

*

Caronte aspetta, ‘di bragia’ gli occhi, 

ad altri spera il suo mestier non tocchi.

È fatica guidar contanti cocchi

sul fiume di anime che par che trabocchi.

*

Caronte aspetta, ed è un povero diavolo,

seduto sul bordo della sua barca in un angolo.

È stanco di udir ogni ora lacrime e dolo

di chi della terra non tocca più il suolo.

*

Caronte aspetta, assorti i pensieri,

ogni ora uguale a se stessa, di oggi e di ieri.

Del destino che porta non c’è da esser fieri,

se potesse solcherebbe il suo legno ben altri sentieri.

*

Caronte si desta, è giunto il momento

di andar per lo Stige in urlante fermento.

Un carico d’anime, in coro un lamento,

sulla sponda lo aspetta per l’eterno tormento. “


Testo di Elena Brilli

(in omaggio ai 700 anni dalla morte di Dante Alighieri)

“L’attesa di Caronte”

Chine colorate e acrilici su tela, 2021

2 Replies to “L’Attesa di Caronte”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.